Consigli di lettura

Il libro è gioco, ma è anche apprendimento, è fantasia ma anche stimolo alla riflessione, è scoperta, emozione e conoscenza. In una parola, è crescita. Ci sono dei titoli e dei personaggi imperdibili per i bambini nella prima infanzia, che possono accompagnarli nei primi passi alla scoperta della lettura…

Per personale esperienza, mi vengono in mente alcuni libri che credo rimarranno sempre ai primi posti nella memoria delle mie bambine: la Pimpa (Altan), Pina (Lucy Cousins), i libri per imparare di Lea e lo zio Ted, la Nuvola Olga e Giulio Coniglio (Nicoletta Costa), Spotty (Eric Hill), la serie di libri che illustrano famose canzoni per bambini con il cd allegato (edizioni Gallucci) e anche Richard Scarry (Mondadori). Poi ci sono i Barbapapà (A. Tison, T. Taylor) e anche la vecchia serie dei libri di Boscodirovo, Vallechiara e Boscoverde, di Cynthia & Brian Paterson (edizioni varie). Questi ultimi hanno dei disegni bellissimi, pieni di particolari. Senz’altro ce ne sono molti altri, ma questi titoli costituiscono già un primo bel bagaglio di lettura per bambini piccoli.

Inoltre, come genitori ed educatori, abbiamo il sacrosanto dovere di educare i nostri figli all’interculturalità, perché prima o poi si troveranno in classe con bambini provenienti da paesi di tutto il mondo. La curiosità e l’accettazione del diverso si radicano nella storia e nella cultura familiare. Leggere storie aiuta a capire, a vedere, a relazionarsi col diverso e a non viverlo come una minaccia per sé. Conoscere il mondo, la diversità di culture, luoghi, religioni e cibi, permetterà ai nostri bambini piccoli di oggi di essere adulti rispettosi di tutti domani. Perciò, nella vostra scelta, includete libri che parlino anche di storie del mondo. Tra l’altro imparerete cose nuove anche voi. E a questo proposito vi possono venire in aiuto, oltre alle librerie, le botteghe del commercio equo e solidale, che di solito hanno una sezione dedicata ai libri per grandi e piccini che raccontano storie di tutto il mondo. A Pavia ce ne sono due, una in corso Garibaldi e l’altra in Piazza Duomo (anche Vigevano ha la sua BdM). A questo punto mi sembra che di occasioni, luoghi e motivi per leggere con i nostri bambini ce ne siano abbastanza.

A voi ora l’invito a credere nella magia delle parole: la lettura è come la musica, dura per sempre e da grandi i nostri bambini ci saranno grati per avegliela fatta amare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *