Giocattoli senza marchio CE a Vigevano

La guardia di Finanza di Vigevano ha sequestrato 300 giocattoli non a norma e quindi pericolosi, in un negozio del centro storico.

Giocattoli senza il marchio CE, quindi non a norma e pericolosi per i bambini: la guardia di Finanza di Vigevano ne ha sequestrati 300 pezzi – dai peluche alle macchinine alle bambole – in un negozio di via Silva, in pieno centro storico, gestito da marito e moglie cinesi. In vetrina un cartello: «Euroshopping tutto a un euro». E’ la tappa di un’indagine che si allargherà nei prossimi giorni – anche per verificare la posizione dei titolari del negozio – ed è partita da verifiche fuori zona su un potenziale giro molto più vasto di merce non in regola. I militari coordinati dal tenente Sergio Commendatore hanno sequestrato otto scatoloni di merce nel negozio a pochi metri da piazza Ducale. Commenta Francesco Bellomo, titolare di un punto vendita  di giocattoli n città: «Il marchio CE è fondamentale perché permette di sapere chi è l’importatore dei giochi, e quindi il responsabile finale se dovessero creare dei problemi a chi ne fa uso. Noi facciamo sempre controlli a campione sulle partite di merce, per vedere se gli articoli hanno il marchio». Si calcola che ogni anno in Italia gli incidenti infantili causati dai giocattoli siano quasi 90.000. La sigla CE, obbligatoria in tutta Europa, indica che il giocattolo è in regola con la normativa vigente e può circolare liberamente in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Il marchio deve essere messo sul prodotto dal fabbricante (autorizzato dal ministero dell’Industria), che dichiara sotto la sua responsabilità la conformità del giocattolo alle norme di sicurezza europee. Anche questo però non garantisce una certezza assoluta: le associazioni dei consumatori hanno dimostrato con dei test degli elementi pericolosi per la sicurezza del bambino in giocattoli con marchio CE. In Italia esistono anche altri marchi, non obbligatori per legge, finalizzati però a garantire la sicurezza dei più piccoli. Uno di questi è Giocattoli sicuri, rilasciato dall’Istituto Italiano per la sicurezza dei giocattoli, che garantisce che il prodotto è stato sottoposto a controlli casuali nelle diverse fasi della produzione. Un’altra sigla utilizzata per certificare la sicurezza è la IMQ, che viene rilasciata dall’Istituto Italiano del marchio di qualità, che attesta la sicurezza dei giocattoli elettrici.  Ricordando che la responsabilità della scelta di un giocattolo è sempre degli adulti, è importante consigliarli nell’acquistare giocattoli sicuri, adatti non solo all’età del bambino, ma anche al suo livello di sviluppo. Gli esperti dicono che è importante sorvegliare i bambini durante il gioco, prestare attenzione all’uso di giocattoli appartenenti a fratelli più grandi e verificare lo stato di usura dei giochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

70 − = 65