L’importanza di chiamarsi maestra L.

L'importanza di chiamarsi maestra L.

 

Domenica mattina, colazione. "A la piccola, non mangi le gocciole stamattina?" "no, stamattina faccio pausa" "ah, e come mai?" "la maestra L. dice che mangiare troppi biscotti fa male" "ok. allora bevi almeno il latte" "non so" "in che senso non so?" "la maestra L. dice che se beviamo come le oche poi stiamo male e io ho già bevuto l’acqua" "no, va beh, ma quando dice tanto, la maestra L. intende tanto tanto, non un po’ d’acqua e un po’ di latte" "va bene, ma mettimene poco"  "e poi?" "e poi mangio un cioccolatino e sono a posto" Un goccio di latte e un cioccolatino. Sempre detto io che la maestra L. ha l’aria e la delicatezza di una miss inglese che beve il the delle 5. Speriamo che non introduca la colazione all’inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

+ 41 = 51