L’inglese si impara giocando Il “City camp” sbarca a Pavia

Anche Pavia per la prima volta avrà un “English city camp”: un campo estivo per bambini e ragazzi dalla prima elementare alla terza media.

Si giocherà studiando la lingua di Shakespeare e dei Tokyo Hotel. «L’abbiamo organizzato per la prima settimana di settembre – spiega la coordinatrice, la professoressa d’inglesa Santina Di Rienzo -. Andrà dal 30 agosto al 5 settembre e costerà 235 euro, con uno sconto di cento euro per chi ospiterà a casa propria uno dei tutor laureati madrelingua inglesi dell’associazione Acle». Il prezzo comprende tutto il materiale e l’assicurazione, mentre è escluso il pasto: si potrà mangiare al sacco oppure approfittare della mensa dell’asilo “C’era una volta” in via Tavazzani dove si terrà il campo.

Ogni 10 ragazzi ci sarà un tutor e dopo lo spettacolo finale, ognuno riceverà il Junior English Certificate.? «Gli animatori inglesi e americani porteranno tutte le loro competenze e tutto si svolgerà in inglese – spiega Di Rienzo -. La mattina ci saranno un paio d’ore di lezione con show, canti, teatro secondo le linee guida dell’Unione europea. Il pomeriggio sport, giochi, attività, laboratori. Ma anche il momento del pranzo è importante perchè solitamente è lì che i ragazzi si lasciano andare e fanno più domande, fanno vera conversazione in lingua».

Al city camp pavese ci sono già una quindicina di iscritti, gli orari di attività sono dalle 9 alle 17, elastici: «Se qualcuno avrà delle esigenze particolari diamo la disponibilità dalle 8 fino alle 18 circa», spiega Di Rienzo. L’esperienza, anche se è nuova a Pavia, ha già dei precedenti in provincia. A Casorate Primo, per esempio, si fa da quattro anni, a Siziano da due. E’ un’esperienza rivolta ai ragazzi dalla prima elementare alla terza media, che saranno però divisi in gruppi omogenei per età e preparazione linguistica.

Per iscrizioni bisogna chiamare al numero di telefono 340.1638835: ci sono ancora 15 posti.

(Fonte: la Provincia pavese – autore: Anna Ghezzi)

Lascia un commento