Passatempi per l’estate

Passatempi per l'estate

Proporrei un nuovo gioco per l’estate e si chiamerebbe: "un gioco al giorno". 

Funzionerebbe così: dell’infinita quantità di cose che possediamo in tutta la casa, giochi, materiali per lavoretti, cose inerti e giochi attivi e in scatola, @Lego, pattini, da esterni e da interni, ogni giorno le minuscole ne dovrebbero scegliere uno e valorizzarlo. 

 

Oggi il gioco è questo, domani il passatempo è quello.

 

E per ogni gioco usato, alla fine, bisognerebbe trovare una collocazione. E nel frattempo magari compilare diari su come, con successo, siamo riuscite a trovare un criterio per valorizzare giochi e scoprire quelli che non interessano più. Facendo spazio, razionalizzando e non reintegrando.  L’obiettivo è: pochi giochi ma buoni.

 

Oltre al focus sul gioco ogni giorno, varie ed eventuali: lettura, riordino, repulisti, compiti, passeggiate, biciclettate, piscina, parco giochi, cene e merende con gli amici.

 

Sulla seconda parte siamo già fortissime. Sulla prima, dal condizionale dovremmo passare all’imperativo. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

42 − = 34