“Regole non regole” per una libera lettura

Perchè la lettura sia un momento di gioco e non di "lavoro", ricordiamoci alcune piccole "regole non regole".

Per ricordarsi sempre che la lettura di un libro deve essere prima di tutto piacevole, può tornare utile il decaologo del lettore, tratto da Come un romanzo di Daniel Pennac, di cui cito volentieri alcune regole (quelle che più si adattano alla lettura con un bambino), a vostra ispirazione:

• il diritto di saltare le pagine
• il diritto di non finire un libro
• il diritto di rileggere
• il diritto di leggere qualsiasi cosa
• il diritto di leggere ovunque

A queste mi sento di aggiungere qualche altro spunto per una buona lettura:

• dimenticatevi la fretta, perché la partecipazione di chi legge è fondamentale; se il narratore rimane indifferente alla storia e usa un tono distaccato, l’attenzione del bambino verrà meno
• lasciate che sia il bambino a scegliere la storia che vuole sentire, solo lui infatti sa cosa lo attrae in quel momento
• non spazientitevi se chiede di sentire ripetutamente la stessa fiaba; il bambino ha bisogno di ripetizione, per conoscere la storia in tutti i suoi aspetti e quindi elaborarla
• se la storia ha dei passaggi che fanno paura o ci sono personaggi negativi, non cambiate in meglio le cose, è importante che il bambino sappia fin da subito che esiste anche un risvolto negativo nelle situazioni, così impara ad affrontare le paure
• lasciategli sfogliare le pagine, così si sentirà importante e non solo spettatore passivo
• scegliete con il bambino il posto più adatto per leggere, vanno bene tutti basta che lui sia d’accordo: sul letto, per terra, sulla sedia, nel prato, a pancia in giù, a pancia in su, fate voi.

Detto questo, non è sempre facile orientarsi tra migliaia di proposte degli editori specializzati in letteratura per l’infanzia e, al tempo stesso, le scelte sono importanti, a volte determinanti nel percorso formativo dei piccoli.
Nell’articolo intitolato "Consigli di lettura" trovate alcune dritte su cosa comprare/prendere in prestito, per i vostri piccoli lettori.

E se ogni tanto date un’occhiata all’Agenda delle mamme, verrete aggiornati di volta in volta su tutte le iniziative di lettura promosse dale varie biblioteche/librerie di Pavia e della sua provincia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 + 1 =