Il primo concerto (rueBallu, 2013)

Una storia delicata, di una mamma che racconta la sua passione per Franco Battiato e per la sua musica al figlioletto.

Il primo concerto (rueBallu, 2013)


IL PRIMO CONCERTO
di Fulvia Degl’Innocenti
con Illustrazioni Paolo D’Altan

editore: rueBallu
collana: Jeunesse ottopiù
anno: 2013
prezzo: 16.50 €

IL LIBRO
Una mamma si prepara a portare il figlioletto al suo primo concerto. Ad esibirsi, in una piazza a qualche chilometro da casa loro, è Franco Battiato, artista che la mamma ama e le cui canzoni hanno scandito parti importanti della sua vita. Il primo concerto, appunto, è quello che Fulvia Degl’Innocenti racconta: un viaggio nella musica e nella filosofia che sta alla base delle canzoni di Battiato, ma anche un viaggio nell’amore condiviso tra una mamma e il suo bambino.

DAL LIBRO
Quando Thomas e sua madre lasciarono la piazza, alla fine del concerto, il cielo scuro era trafitto dalla luce delle stelle.

«Guarda lassù!» disse sua madre con il braccio teso verso il cielo. «In mezzo a quelle luci fluttuano dei corpi celesti che non brillano e sono fatti della stessa materia di cui è fatta la Terra. Si chiamano asteroidi e alcuni sono molto piccoli, altri più grandi. Ogni volta che gli scienziati ne scoprono uno nuovo gli danno un nome. E uno di questi asteroidi si chiama 18556 Battiato».
«Allora è proprio vero che i cantanti sono delle stelle».
«Non tutti. Per arrivare davvero così in alto bisogna saper navigare seguendo certe rotte in diagonale, dentro la Via Lattea.
Ma quando sei arrivato fino alle stelle non hai più niente da fare: puoi soltanto tornare indietro e ricominciare un nuovo cammino.
I viaggi non finiscono mai, ci sono infiniti  mondi lontanissimi fuori e dentro di noi. E chissà verso quale mondo si sta dirigendo con le sue nuove canzoni e la sua musica».

L’AUTRICE
Fulvia Degl’Innocenti è nata a la Spezia, vive e lavora a Milano come giornalista presso i periodici per bambini e  ragazzi della San Paolo. Ha pubblicato oltre quaranta libri per svariati editori. Alcuni dei suoi albi illustrati sono stati tradotti all’estero, mentre con  i suoi romanzi per young adults ha vinto prestigiosi premi, tra cui Il Premio Bancarellino. Da anni dirige la collana di narrativa il  Parco delle storie per Edizioni Paoline.

L’ILLUSTRATORE
Paolo D’Altan, vive e lavora a Milano. Studi classici e predisposizione innata al disegno, le sue illustrazioni raccontano storie ed emozioni nel mondo dell’editoria italiana e straniera. Nel 2011 ha ricevuto il Premio Andersen come miglior illustratore: “Per essere, da anni, una delle voci più alte e interessanti della nostra illustrazione. Per l’attento e paziente lavoro di documentazione che accompagna ogni suo lavoro. Per la vividissima capacità, affinatasi nel tempo, di narrare cogliendo con fervida precisione gli stimoli e gli echi dei testi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

53 − 49 =