“Biancaneve, una fiaba pop-up teatrale” – miglior libro fatto ad arte

Dai 4 anni in su. E’ la storia classica di Biancaneve raccontata in sei scene tridimensionali, illustrate dall’inglese Jane Ray.

"Biancaneve, una fiaba pop-up teatrale" - miglior libro fatto ad arte

La storia è fedele alla versione tradizionale dei fratelli Grimm: una bambina dalla carnagione bianca come la neve, le labbra rosse come il sangue e i capelli neri come l’ebano e una regina cattiva la cui gelosia non conosce limiti. Ma la rappresentazione teatrale a cui si assiste sfogliando le pagine di questo pop-up tridimensionale, non si era ancora vista.

Quello del pop-up teatrale, è un nuovo genere, con tre livelli di sfondo che consente una profondità di immagine straordinaria e una lettura-spettacolo che incanta piccoli e grandi. Nei tre livelli, dall’effetto tridimensionale, emergono scene fatte di disegni sovrapposti, i meravigliosi disegni di Jane Ray, una delle più grandi illustratrici inglesi. Il suo stile, magico ed etereo, si ispira a Beatrix Potter, Brian Wildsmith, Paul Klee e Marc Chagall e riesce a conferire una visione nuova e misteriosa alla fiaba. "Impeccabili", "luminosi", "intensi", "minuziosi" sono solo alcuni degli aggettivi che i critici hanno utilizzato per descrivere il suo uso delle forme e dei colori vibranti.

Jane Ray

E’ una delle più grandi illustratrici inglesi. Tra le sue particolari fonti d’ispirazione cita Beatrix Potter, Brian Wildsmith,Paul Klee e Marc Chagall. Ha vinto il Smarties Award ed è stata varie volte finalista del Kate Greenaway Award, del Mother Goose Award e del Kurt Maschler Award. Ha illustrato Il re di Capri, edito in Italia da Il Castoro.

TORNA ALL’ARTICOLO PREMIO ANDERSEN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

65 − 58 =